Se state leggendo questo articolo, probabilmente vi sarete già interrogati sul “perché non riesco a vendere casa”. Forse poche persone vi chiamano per visitare la casa, oppure state facendo numerose visite che però non si concretizzano. E così i mesi passano senza ottenere il risultato.
Ma di quanti mesi parliamo?

Tempo medio per riuscire a vendere casa

Secondo il Rapporto sul mercato immobiliare 2018 di Fiaip (Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali), il 38% delle case si vendono in un periodo che va da 3 a 6 mesi, il 28% da 6 a 9 mesi, il 18% da 1 a 3 mesi, il 12% oltre i 9 mesi; in meno di un mese si vende solo il 4%. Per tempo medio di vendita si intende il periodo che intercorre tra la data di incarico di vendita e la data di sottoscrizione del contratto preliminare di compravendita, per gli immobili ad uso abitazione.

Non riesco a vendere casa - tempi di vendita


Alla luce di questo, in un mercato immobiliare saturo e ribassista, vendere casa velocemente significa poter vendere a un prezzo maggiore. Per far sì che questo accada, occorre eliminare ogni possibile causa che frena il potenziale acquirente dal fare un’offerta.

Perché non riesco a vendere casa: principali motivi

Se la casa rimane ferma sul mercato svariati mesi, diverse possono essere le cause.
Ci sono almeno 6 motivi che vincolano la buona riuscita della compravendita, poiché influenzano negativamente i potenziali acquirenti.
Vediamo quali sono i principali motivi che frenano i potenziali acquirenti e cosa fare nella pratica per riuscire a vendere casa.

1) Prezzo di vendita

Una delle ragioni principali è il costo dell’immobile. Se è troppo alto, la casa risulta fuori mercato e, a parità di caratteristiche, i potenziali acquirenti ovviamente sceglieranno quella col prezzo per loro più vantaggioso. Nell’attuale mercato immobiliare, dove c’è più offerta che domanda, questo può davvero fare la differenza.

Come stabilire, dunque, un prezzo corretto? Prima di tutto, controllate le quotazioni immobiliari che fornisce l’Agenzia delle entrate; inoltre verificate i prezzi delle altre case in vendita in zona con caratteristiche simili alla vostra. Ricordate anche che potete farla valutare gratuitamente da un agente immobiliare.

2) Fotografie sbagliate

Visto che ormai si cerca casa principalmente su internet, diamo per scontato che sia inserita sui principali portali immobiliari: immobiliare.it, idealista, casa.it. Senza pubblicizzarla, infatti, è come se non fosse in vendita. Concentriamoci, quindi, sulle fotografie dell’annuncio: la vostra casa può essere già bellissima e perfetta, ma deve essere raccontata nel modo giusto. Le fotografie sono il primo impatto che i potenziali acquirenti hanno; con immagini sgranate, storte, buie o a bassa risoluzione rischiate di non mettere in risalto le qualità del vostro immobile, perché non le fate vedere bene. Oltre a questo, rischiate anche di far passare inosservato il vostro annuncio, che si confonderà tra gli altri.
Leggi anche: Fotografia immobiliare – 5 errori da evitare per vendere casa oppure guarda il video.

3) Colori vistosi

La vostra casa ha tonalità molto accese o scure che dominano le pareti? I colori sono in grado di influenzare la percezione degli spazi e l’umore. In certi casi la sensazione che emanano può essere di fastidio e malessere, soprattutto nelle persone più sensibili. Per ovviare a tutto ciò e rendere la visita un’esperienza piacevole anziché ansiogena, semplicemente ridipingete le pareti di bianco. Il bianco aiuta anche a conferire un aspetto pulito, fresco e ordinato alla casa.

non riesco a vendere - colori vistosi

4) Casa troppo piena

I tanti mobili e oggetti presenti tendono a restringere lo spazio e durante le visite questo si avverte. Cercate di alleggerire e ordinare. Partite togliendo quelli oggetti molto personali, così da iniziare quel lavoro di svuotamento che dovrete comunque fare al momento dell’avvenuta vendita.

non riesco a vendere - piena

5) Casa totalmente vuota

Può sembrare un paradosso, ma l’effetto che ne scaturisce è lo stesso del punto precedente: gli spazi sembrano più piccoli di quanto non siano. In questo caso, perché non si hanno riferimenti per proporzionare gli ambienti; nella mente di chi compra questo rischia di tradursi in “tutto quello che ho qui non entrerà mai!”, facendo preferire altre case alla vostra.

non riesco a vendere - vuota

6) Casa fuori target

Se avete una casa datata con carta da parati e mobili antichi – la cosiddetta “casa della nonna” – difficilmente incontrerà i gusti di un giovane single o una giovane coppia, per questioni proprio generazionali. Così come difficilmente riusciranno a vederla come la casa dei loro sogni.

non riesco a vendere - fuori target

Per risolvere i punti 5) e 6) valutate l’ipotesi di farvi affiancare da un Home stager, che vi darà indicazioni su come procedere e penserà ad allestire gli spazi in modo efficace per la vendita.

Cosa fare, dunque, per velocizzare la vendita?

Se non riuscite a vendere la vostra casa, riflettete sui punti elencati sopra per capire se è possibile migliorarli. Innanzitutto, assicuratevi che il prezzo di vendita sia corretto; dopodiché analizzate la vostra casa: ha colori troppo forti? È troppo piena? È totalmente vuota? Nello stato in cui si trova, attira il giusto acquirente? Ricordate anche, se necessario, di riscattare e sostituire le fotografie dell’annuncio su internet.
Per aiutarvi a ricapitolare, guardate il video “Non riesco a vendere casa – 6 motivi che frenano gli acquirenti“.

Per maggiori informazioni potete scriverci a infozeumadesign.com.

Alcuni contenuti non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie.

Questo capita ad esempio con video YouTube, perché non hai acconsentito ai cookie di terze parti. Per vedere il contenuto, per favore abilita i cookie acconsentendo qui e aggiorna la pagina se non la visualizzi correttamente.